lunedì 27 luglio 2009

INFLUENZA SUINA:
Finlandia, H1N1 eliminata dalla lista delle malattie infettive pericolose.



Ma come ?

In certi paesi come l'Inghilterra, stanno liberando anche le catacombe, per contenere le migliaia di possibili vittime, in altri, si urla all'ennesima pandemia, nel frattempo la Finlandia dichiara pubblicamente che l'influenza suina non sarà più classificata come pericolosa epidemia, proprio in Finlandia, dove questa epidemia è stata classificata come "fuori controllo" ed irrefrenabile. Quindi, magari pandemia sarà, ma non certo per le categorie NON a rischio.

Il governo Finlandese afferma che questa influenza non è peggiore di una normalissima influenza stagionale, la popolazione pertanto , può guarirne senza particolari misure precauzionali e senza tirare in ballo l'esercito o la protezione civile come invece stanno facendo negli USA dove ci sono addirittura poliziotti che bussano "porta a porta" per verificare le vaccinazioni degli animali domestici ma presto potrebbero verificare anche quelle dei loro padroni, insomma che dire, dei veri giullari di corte.

Dato che questo tipo di influenza non è più catalogata come "pericolosa", le cure mediche per i pazienti ricoverati in ospedale, non saranno più gratuite ed i farmaci che la curano non verranno passati ulteriormente dalla mutua.

I pazienti fuori dalle categorie più a rischio, cioè quelli che non morirebbero per una comune influenza, che sperimentano sintomi di questa influenza non necessitano di particolari referti medici e ricoveri ospedalieri, ma possono tranquillamente recuperare stando a casa a riposare per una settimana.

La nuova regolamentazione dovrebbe entrare in vigore oggi, 27 Luglio 2009.
Da stamane, quindi, in Finlandia questo lazzo dell'influenza suina dovrebbe essere terminato o comunque ridimensionato.


Vediamo da noi quanto ancora la tireranno lunga..

Altre fonti che ne parlano

Ecco un contatto diretto, nel caso vogliate comunicare direttamente con il ministero Finlandese:
( Non preoccupatevi, vi risponderanno prontamente, non come qui da noi )

Ministero della salute e delle politiche sociali: Anne Kumpula, Tel. +358 (09) 16074113

Ciaooo.
Ubi Morazzoni.

9 commenti:

Alba Kan ha detto...

Di frottole sulla febbre suina ne hanno dette già tante...Rimangono solo i dati certi:
La Sanofi-Aventis ha annunciato il 9 marzo 2009 l’investimento di 100 milioni di euro nella costruzione di un nuovo impianto per la produzione di vaccini contro l’influenza stagionale e pandemica, situato proprio in Messico. Facendo espressamente riferimento alla “preparazione a possibili pandemie influenzali.”

Dopo neanche un mese (2 aprile) la Sanofi acquista il produttore di farmaci generici messicano Laboratorios Kendrik, (con un giro d’affari annuo di 26 milioni di euro).

E prima che finisca il mese di aprile, in Messico scoppia l’epidemia che miete le prime vittime….
A fine febbraio la Sanofi ha acquistato anche la grande farmaceutica Ceca “Zentiva” per 1,8 miliardi, di cui aveva già azioni, ma ora invece detiene il controllo totale… giusto per fare anche un quadro "europeo" dove risiede anche la Baxter...famosa per i vaccini contaminati... e che mi sembra appartenga anche alla Sanofi...o cmq lavorano insieme...

Consiglio la lettura di questo articolo:

http://www.vocidallastrada.com/2009/05/bugie-e-disinformazione-in-relazione.html

Ubi Morazzoni ha detto...

Grazie per le info, davvero interessanti.

Comunque anche il dato da me rilasciato è ben reale, un dato certo come dici tu.
Se desideri contatta personalmente il ministero della salute finlandese ti dirà quello che ho scritto.

Anche in Svezia, i giornali hanno catalogato questa influenza come paragonabile ad una normalissima influenza stagionale. Il problema in Svezia è che sono terrorizzati del fatto che si ammalino tutti contemporaneamente, creando notevoli disagi a vari servizi, che come ben sai da loro funzionano a meraviglia..

Ciaooo.
Ubi.

Anonimo ha detto...

Caro Ubi,

facciamo finta che ci siano degli aeroplani che spruzzano essenza di mughetto perché 'sto mondo puzza di merda. Mettiamo, per davvero, che qualcuno, in questo profumino, ci abbia starnutito.
Che succederebbe?
Perché io c'ho un dubbio che non mi fa più dormire....
Vedi, c'è un mio amico che a 'sto profumo è proprio allergico e allora ha cominciato a spruzzare una miscela che un po' 'sto odore lo copre.
Il problema è che sta miscela lui la usa anche con le piante, una specie di concime, capisci, (a proposito...) ma che funziona solo sulle piane sane. Cioè, non è selettiva. Tipo se la pianta è malata muore prima e inesorabilmente.
Ora se 'sto mio amico continua a spruzzare non è che il raffreddore viene anche a me?
Tu che dici?

3thdegree

Ubi Morazzoni ha detto...

Come sempre le tue osservazioni sono argute. Per il tuo amico direi che il raffreddore verrà anche a te.

Comunque non tutto il male viene per nuocere, infatti, noi divulghiamo questa notizie ma non ci ammazziamo affinchè chiunque possa capire quello che sta accadendo, in quanto sarebbe preferibile che il pianeta venisse sfoltito proprio dagli stolti che non si avvedono della situazione. Il nostro principale intento quindi rimane quello di avvisare solo i soggetti più svegli e dotati, come te.

Senza questa selezione il pianeta continuerebbe a pululare di personaggi dalla dubbia capacità di raziocinio. La nostra società attualmente è governata e selezionata solo in base al possesso del danaro e questo è deleterio per la natura stessa e mette in pericolo le leggi di selezione naturale perchè i ricchi vengono tutelati più del panda cinese.

Piuttosto di un quadro del genere preferisco tornare alla selezione in base alla forza o meglio all'intelligenza.

Ciao.
Ubi.

Anonimo ha detto...

Su questo siamo in disaccordo.
Chi più ne ha, ne metta di più. Ma chi ne ha di più ha più responsabilità. Un reparto avanzato c'è sempre ed è necessario tuttavia se gli altri non lo seguono si fa la fine del cuore oltre l'ostacolo.
Morto il corpo e fermo il cuore.

Cmq coi paletti lascio perdere finché nn chiarisco la questione


3thdegree

Ubi Morazzoni ha detto...

No non siamo in disaccordo, non hai compreso ciò che ti ho scritto, ma poco male, il tempo aggiusta tutto..

Noi renderemo solo pubblico il saper enascosoto ma niente più non possiamo farci carico del karma di miliardi di persone, chi vuol capire capirà gli altri.. beh non so che dire.. il loro codice genetico si perderà per sempre ma ciò è un bene, alcuni ceppi di DNA devono necessariamente svanire se vogliamo progredire, altrimenti ci troveremo sempre con un 51% che vota come hanno votato in questi anni.

Ciao e grazie per quello che fai.

Ciaoo.
Ubi

Anonimo ha detto...

caro Ubi,
mi trovi perfettamente d'accordo su quanto hai scritto sulla necessità di sfoltire questo pianeta dagli imbecilli.
purtroppo i metodi adottabili non sono indolori.
quanto dici sulle votazioni, non ritengo che il sistema democratico, in questa "povera patria" possa funzionare poiché il livello di giudizio dei votanti non è sufficientemente sviluppato, come dimostra il fatto che troppi italiani credono senza filtri a tutto quello che esce dall' "immagine della bestia", termine usato da Giovanni nell'Apocalisse, secondo me per indicare il medium televisivo.
un abbraccio.
EttorePietro

Ubi Morazzoni ha detto...

Ciao, se sei chi penso, spero che la tua missione inerente la qualità dell'acqua proceda con successo.

Concordo su quanto scrivi, farò un post dedicato alla scadente qualità offerta dai governi democratici proprio perchè i votanti spesso non hanno alcuna nozione di politica. Molto meglio la Politia dove si votava solo se in possesso di un certo rango culturale.

Per la TV, beh stiamo parlando di fantasmi, penso e spero che non abbia ancora più di qualche anno di vita.
Il problema è sempre il Digital Divide che ci separa dagli standard Europei, ma anche questo penso che sarà risolto in una generazione.

Ciaoooo.
Ubi.

Ubi Morazzoni ha detto...

Ah dimenticavo, il commento di cui sopra è per Ettore Pietro.

Ciao Ettore, grande !!
Ubi.

Posta un commento

Questo Blog, ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62 non rappresenta una testata giornalistica, in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Alcune delle immagini qui inserite sono tratte da Internet, citandone la fonte; Nel caso che la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Gli argomenti trattati dal blog sono frutto di riflessioni personali, qualora urtassero la suscettibilità di qualcuno siete pregati di segnalarlo.

Si ricorda ai lettori, che in caso di commenti atti a contestare o denigrare quanto scrivo nel Blog ed il sottoscritto, risulta obbligatorio indicare nome cognome e città di residenza, corrispondenti alla persona fisica che li scrive, pena l'eliminazione dei commenti stessi in fase di moderazione.

Infine si informa che eventuali commenti, non attinenti al tema proposto negli articoli, non saranno pubblicati.

Grazie.